martedì 3 maggio 2011

Girogirotondo...........

........ tutti giù per terraaaaaa!








Volti spalancati sul mondo, onnivori, e labbra aperte in girandole di risate polifoniche e meravigliate.
Ti scelgono a pelle, senza pre-giudizio ed interferenze di sangue, con il calore di un abbraccio che illanguidisce l'anima, e la sorpresa di una parola, inaspettata.

La Bellezza dei bambini, che non fanno facce da fotografo.

E se poi viene il tempo delle pose, del palcoscenico malconcio, sommesso, arruffato, violento e brutalizzato,
e se poi viene il tempo in cui l'immaginazione ed il sogno si dileguano in un vagito di speranza, il tempo pomposo e tronfio di vuoto,

in questo tempo corri, corri a ritroso,
scolpisci la carta di un album da disegno e colora il tuo cuore con i loro occhi,

perchè i bambini non fanno facce da fotografo.

16 colpacci:

che meraviglia!! oggi ho ricominciato a girogirogirotondare con il mio nipotino, ma quanto ho giocato con i miei figli! nulla eguaglia la Bellezza di un bambino, il suo sguardo limpido che ti arriva dritto al cuore, la voce scrosciante come una cascata di allegria, e le manine alla ricerca continua del mondo! bellissimo Ginevra! il mio cuore si è colorato degli occhi dei bambini!

uè, sia chiaro, sono ZIA di mio nipote eh? :)))

ma come sono belli i bambini, quando vogliono giocare per forza, quando si infilano nel lettone, persino quando non ti lasciano parlare...perchè sei stanca ma poi li guardi negli occhi e scopri che sono loro tutto quello che conta...

Hai fotografato bene!

Bello, come pure il video tratto da uno dei miei film preferiti... con una colonna sonora straordinaria, oltre alle canzoni ci sono le voci dei protagonisti nei momenti più salienti.

molto bello!

sul fatto che i bambini, quelli di oggi, non facciano facce da fotografo però ho qualche dubbio.. fin da piccolissimi ormai sono abituati a essere immortalati in foto e video e quindi stanno già diventando dei baby professionisti (almeno, parlo per il mio nipotino :)

I bambini se li lasciamo bambini hanno tutto da insegnarci ma se li rendiamo adulti prima del tempo li facciamo diventare i nostri carnefici.
Bel furto, Ginevra!

Ginevra, Ginvera che ladra fine e virtuosa! Del frammento mi colpisce su tutto l'accenno all'immaginazione dei bambini: illimitata. "Facciamo che...." e tutto diventa possibile!

I bambini ringraziano tutti, di cuore!

La tua osservazione, Marco, mi fa venire in mente il film "Bellissima" di Visconti, Maria, bambina spaurita, con gli occhi sgranati... ehhssì, i bimbi di oggi hanno un altro corredo cromosomico...

I bimbi lasciamoli liberi e non costringiamoli su palcoscenici televisivi nei quali sembrano scimmie ammaestrate.

Concordo, Inneres Auge!

Che tristezza quei programmi con i bambini che cantano o ballano..
I bambini sono belli perchè non fanno le facce da fatografo!
Saluti.. a presto..

Vero Astronauta, saluti anche a te!

Sotto i riflettori del bene consumistico, imbellettati e finti...poveri bambini, abiti bianchi e ginocchia intatte, ma quelli veri dove sono finiti?
Un furto molto interessante questo ! Alla prossima :-)

....mi piace..rende bene l'idea di ciò che il mondo cosiddetto "adulto"dovrebbe restituire ai bambini...la loro infanzia ed il loro candore....

Tutto molto bello quello che scrivi, ma l'età in cui si comincia a posare (per il fotografo e posare tout court) si è abbassata di molto. Ed è triste tutto ciò.

E lo so, Alberto; in realtà, il palcoscenico l'ho inteso come metafora della nostra esistenza: metto in discussione alcuni modelli di comportamento offerti da questa società (un esempio è ciò che tu ed anche altri commentatori avete sottolineato) che 'adultizza' i bambini, annullando il tempo della loro spontanea giocosità, imbrigliandola precocemente in reti di competitività ed affanni. Un passo indietro, per tornare ad un'infanzia più in sintonia con i reali bisogni di quell'età. Volendolo compiere, con enorme sforzo di sicuro, si può fare. :-)

Posta un commento