mercoledì 20 aprile 2011

Si può mangiare la bellezza?

fiore di borragine
Avete cominciato tutti, cari soci di ladrocini, volando alto. Io volerò basso.
Allora, la vista l'udito il tatto e poi l'odorato e il gusto che sono stretti parenti. Mi soffermo proprio su quest'ultimo, donde "Si può mangiare la bellezza?".

E non intendo in senso figurato, di mangiarla con gli occhi, ma in senso proprio, di mangiarla con la bocca.

In questo caso sì. La foto l'ho scattata nel mio orto dopo un'alba rugiadosa. È il fiore di una borragine, pianta a prima vista insignificante come tante altre. E poi invece, queste piante, se le si conosce meglio, ci si accorge che racchiudono ricchezze celate che non aspettano altro di venire alla luce, come in certe persone.

La borragine è bella buona e sana, da mangiare. Andrà a finire nel ripieno dei ravioli, solo erbe, che sono una delle ghiotte specialità della Liguria. La mia terra è bella anche per questo.

[ingrandire la foto con un clic]

33 colpacci:

ragazzi i ravioli sono l'eblema della bellezza da mangiare!

bella (la foto)e buona (la borraggine)!

Bellissimi colori, mai mangiata la borragine - che sapore ha? Chiediamo consiglio a Ginevra per le insalate con i fiori :-)

e tu lo chiami volare basso questo???
io sto volando su su su su, do un enorme valore alle mie papille gustative! (ehm...qualcuno direbbe: si vede:)
però confesso che in questo caso stanno godendo moltissimo anche gli occhi....ma quanto è bella la borragine!

bella la foto!
però, la borragine non l'ho mai mangiata

buoni i ravioli...si, la bellezza si può mangiare...i tortellini e le lasagne di mia nonna prima e di mia madre poi è di quanto più bello si possa mangiare...una tradizione che spero di riuscire a portare avanti...

Complimenti, la fotografia del fiore di borragine del tuo orto è meravigliosa.
Io la borragine non l'ho mai mangiata, ne utilizzo però l'olio per uso cosmetico.

un saluto

A me la borragine non è mai parsa insignificante, con i suoi petali di quel blu impossibile, elettrico.
La mamma mi faceva una splendida frittatina con la borragine.
E quanto a bellezza da mangiare, altro ricordo d'infanzia: i rami di acacia fritti in pastella, cibo primaverile e profumatissimo.

Eccomi!
Ciao Alberto! La Natura è Bellezza primordiale.
Bellissima questa pianta, ottima da degustare come farcia dei ravioli, 'ammollicata' in padella, in frittata....
I suoi semi contengono l'acido gamma linoleico, importantissimo per la nostra buona salute, con azione antiossidante (contrasta l'invecchiamento cellulare prodotto dai famigerati radicali liberi); la pianta contiene dei principi amari depurativi ed il fiore è commestibile; tutto ciò a patto che sia raccolta in luoghi lontani da agenti inquinanti.
Tutte le piante, in ogni caso, sono uno scrigno di principi nutrizionali preziosissimi; beato te, Alberto! Non c'è niente di più salutare, oggi che tutti gli alimenti sono a dir poco artefatti, che mangiare verdure ed ortaggi coltivati da sè. Ti invidio! :)
Insalate di fiori, cara Minerva, se ne possono fare a volontà, magari arricchendole con altri ingredienti (frutta, ortaggi), a seconda dei propri gusti; l'essenziale è trovare fiori esenti da pesticidi e quant'altro (impresa ardua!):)

forma e colori meravigliosi. il sapore non so, spesso le cose appariscenti sono cattive. ma mi fido ciecamente della sapienza alimentare della liguria.

La natura dipinge con dei colori commestibili… e io cerco di preservarla anche nel mio giardino! ;) che post bello e buono!

La natura da mangiare mi piace sempre ;-)

Si può si può, si può eccome anzi... un peccato non farlo!? :-)

ci sn altre forme di bellezza, come quadri, statue, montagne, film che invece è meglio non mangiare in modo letterale...

Eccerto che si può...poi se cresce spontanea nei nostri prati è ancora più buona!!! Magari mi sono mangiata proprio questa...!!!
Roberta

A proposito di mangiare la bellezza, io per esempio mangierei Minerva!!

Scusa Alberto se sul tuo bellissimo post rispondo a questo disgraziato di Inneres: Inneres caro, finché farai errori d'ortografia, non sperare proprio di banchettare della sottoscritta :-D

Eh, beh, però se ti ci metti pure tu, Alberto! :-DDD

Avevo visto subito l'errore ma mi sembrava di fare il grillo parlante...

Io lo riprendo tipo maestrina dalla penna rossa così magari gli passano questi desideri... è tutta una strategia, la mia ;-)

Aridaje co sta penna rossa!! Chiedo venia per l'errore, ora puoi fustigarmi.
Albè, io me la pappo cruda

Bravo Al!
le tue foto sempre *belle* e, la borragine mai mangiata, ma mi fido: sicuramente *bella* da mangiare! :-)
g

bella è bella,
ma siamo sicuri sia anche bona da mangià? :)

Si può, lo si fa continuamente, ed essa si rigenera.
Quanto alle ricchezze celate, sono convinto che TUTTE le persone ne abbiano, ma in tanti, troppi queste ricchezze non verranno mai alla luce. E' una delle trappole della società dell'apparire.

autru chè bona da mangià,
è anche bellissima in fotografia,
pensa te che pur avendone quasi distese, non l'ho riconosciuta al volo?!!!!!

mmm ... che delizia
e mi piace scoprire che anche tu hai un orto (il mio è urbano, il tuo?)

Il mio è un orto di paese che coltiva il mio amico Paolo. Io sono quasi sempre a Milano.

ma con che coraggio estirpate questo fiore dalla pianta?
E' bellissimo, ma le goccioline sono di rugiada?

Sì, sì, rugiada. Queste foto bisogna farle al mattino presto, perché dopo le goccioline evaporano.

Anche da noi la borragine impazza.
E non l'ho mai mangiata, pensa che popò di cervello trifolato c'ho :)
Ciao Alberto. bellissimo anche questo blog collettivo!

Eh, tutto é bello. Non posso aggiungere nulla.

Buon appetito! Bella la foto.

Posta un commento